News > Ricette > Marmellata di kiwi

Marmellata di kiwi
18/1/2014

A colazione, pranzo, merenda, aperitivo e cena. Insomma, la marmellata di kiwi riesce a sposarsi con ogni pietanza. Quindi perché non buttarsi in questa nuova ricetta? Coltello, pentola e barattoli ci sono? Perfetto, si comincia.

Ingredienti:

1 kg di kiwi
500 gr di zucchero
2 limoni da spremere

Preparazione:

Per prima cosa dovrete sbucciare tutti i kiwi (fatelo in modo accurato, perché la buccia del frutto non é particolarmente gradevole) e tagliarli a rondelle o fettine.
In seguito mettete le fettine di kiwi a macerare con il succo di limone e lo zucchero e lasciateli a bagno per circa una notte. Il giorno dopo versate il tutto in una pentola e fate sciogliere lentamente lo zucchero, in modo che si amalgami al resto. Una volta scioltosi lo zucchero, potete aumentare l’intensità  del fuoco e fate cuocere la marmellata finché non si sarà  gelificata, fino a quando non diventerà  abbastanza solida e densa da poter essere presa con un cucchiaino. Fatela raffreddare e inseritela in un barattolo di vetro tiepido e pulito.

Accorgimenti:
Per assaporare totalmente il sapore della marmellata di kiwi é consigliabile utilizzare kiwi freschi e, magari, anche di un contadino. Pelate bene il frutto e, per allungare il tempo della conservazione, tenete i barattoli in un luogo asciutto e buio. Qualora la consistenza della marmellata rimanesse troppo densa, aggiungete 200 millilitri di acqua nella pentola con i kiwi a metà  cottura.

Idee e varianti:
Una variante interessante della marmellata di kiwi é l'aggiunta alla ricetta di un pizzico di cannella e di una goccia di whisky: non uscirà nulla di nauseante, né alcolico. Anzi. Questi due ingredienti daranno alla pietanza un tocco di particolarità in più.Quando aggiungerli? Nella pentola, durante il processo di scioglimento dello zucchero. Mettete una punta di cannella e una moderata quantità  di whisky (che durante la cottura evaporerà) e il successo sarà  garantito.

 
I commenti sono proprietà dei rispettivi autori. Noi non siamo responsabili per il loro contenuto.
 

Menu principale