Cos'è l'agricoltura biologica

L'agricoltura biologica è un metodo di produzione che prevede la coltivazione senza impiego di prodotti chimici di sintesi e di OGM (Organismi Geneticamente Modificati), il rispetto della stagionalità delle colture, l'utilizzo della rotazione colturale e di sistemi naturali per la difesa e prevenzione da parassati, malattie ed erbe infestanti. L'agricoltura biologica nasce alcuni decenni fa dalla valutazione degli effetti negativi che le innovazioni dell'agricoltura, quali l'utilizzo di concimi di sintesi, l'uso di antiparassitari chimici e l'elevata meccanizzazione, provocano sull'ambiente degli agricoltori e dei consumatori.

L'agricoltura biologica, un tempo considerata una componente marginale volta a soddisfare le esigenze di un mercato di nicchia, è venuta alla ribalta come sistema che riveste un ruolo importante per la protezione dell'ambiente, la conservazione degli ambienti naturali, la salvaguardia e il recupero della biodiversità, unitamente al risparmio di risorse utili per la collettività, garantendo nel contempo la produzione di cibi sicuri.

Il metodo biologico

Con questo metodo di produzione si rispettano e si favoriscono i meccanismi naturali dell'ambiente per il controllo delle malattie e degli insetti nocivi; si utilizzano varietà vegetali resistenti e più adatte all'ecosistema locale; si ammette l'utilizzo di prodotti fitosanitari solo in caso di effettiva necessità.

Nell'allevamento al bestiame, la produzione (carne, latte e uova) è ottenuta rispettando il benessere degli animali: spazi adeguati, alimentazione con materie prime biologiche, divieto di utilizzo di stimolanti della crescita, cure preventive ed impiego di farmaci omeopatici per la cura di eventuali patologie.

Le tecniche di produzione sono definite dalla normativa comunitaria* che indica i prodotti consentiti per la concimazione del terreno, gli antiparassitari e le materie prime per i mangimi.

L'agricoltura svolta secondo il metodo biologico è in molti casi più laboriosa rispetto a quella convenzionale, nonché meno intensiva, motivi per i quali spesso il costo legato a questa produzione può essere più elevato.

I cittadini italiani ed europei chiedono sempre più sicurezza alimentare, anche a fronte di recenti scandali, e noi siamo chiamati a dare loro risposte certe. I prodotti biologici, grazie al loro rigoroso sistema di controlli, costituiscono in questo senso una garanzia. Certificazione infatti significa qualità e sicurezza per i consumatori.

Scegliere il biologico significa rispettare la natura, proteggere l’ambiente e preoccuparsi del benessere degli animali.

Il sistema di controllo

Il regolamento comunitario istituisce un sistema di controllo omogeneo in tutta la comunità europea, per tutte le aziende operanti con metodo biologico. Il principio fondamentale di questo sistema è la certificazione da parte di un organismo indipendente della conformità del prodotto a quanto previsto dalla normativa. Ciò significa che l'organismo di controllo verifica con controlli aziendali costanti nel tempo che venga corretamente seguito il metodo di produzione biologico. L'organismo certificatore deve essere autorizzato dal Ministero delle Politiche Agricole.

Avicenna.bio è controllata e certificata dall'ente BioAgriCert, se sei interessato puoi scaricare il nostro certificato di conformità, codice di controllo: IT BIO BAC 037331.

Scarica il certificato

Bioagricert Logo di certificazione per l'agricoltura Biologica in Europa

 

* REGOLAMENTO (CE) N. 834/2007 DEL CONSIGLIO del 28 giugno 2007 relativo alla produzione biologica e all’etichettatura dei prodotti biologici e che abroga il regolamento (CEE) n. 2092/91.


 

Menu principale